200 Milioni di Dollari per Bending Spoons: la svolta

Nel panorama tecnologico globale, poche realtà hanno saputo distinguersi con la stessa determinazione e visione di Bending Spoons. L’azienda milanese, fondata nel 2013, ha da subito dimostrato di non essere una semplice startup, ma un vero e proprio laboratorio di innovazione, pronto a ridefinire i confini dello sviluppo di app mobili.

La notizia che ha catalizzato l’attenzione dei media e degli addetti ai lavori riguarda l’ultimo finanziamento che Bending Spoons si appresta a chiudere, stimato in 200 milioni di dollari. Un traguardo non da poco, che testimonia la fiducia e l’interesse di investitori di calibro internazionale, tra cui spiccano nomi come Durable Capital, Baillie Gifford e la famiglia Cox, senza dimenticare NB Renaissance e Tip. Un elemento di novità è l’uscita di scena della H14, segnando un momento di trasformazione nel panorama societario dell’azienda.

Il 2023 si è chiuso per l’azienda con numeri impressionanti, vantando un margine operativo lordo di 200 milioni e l’ambizioso obiettivo di raggiungere i 500 milioni entro il 2026. Questa crescita esponenziale è stata sostenuta anche da movimenti strategici importanti, come l’acquisizione di Mosaic Group e Meetup, quest’ultimo un vero e proprio colosso sociale con 60 milioni di iscritti.

Le parole del cofondatore e CEO, Luca Ferrari, rivelano una visione chiara del futuro: “Sfrutteremo la nostra piattaforma per garantire che Meetup si rafforzi sempre di più negli anni a venire“. Queste parole non sono solo una dichiarazione di intenti, ma la conferma di una strategia ben definita che pone le persone e l’innovazione al centro dell’universo Bending Spoons.

La storia di Bending Spoons affonda le radici in Danimarca, nata dall’idea di quattro giovani ingegneri italiani. Il loro percorso, dalla fondazione a Copenaghen alla scelta di Milano come quartier generale, è la dimostrazione di come la passione, unita a una visione imprenditoriale solida, possa tradursi in successo globale. Oggi, l’azienda è un punto di riferimento nello sviluppo di app, specialmente nel settore dell’editing di foto e video.

L’approccio di Bending Spoons va oltre lo sviluppo di app di successo come Splice e Remini; si tratta di un impegno costante nella ricerca dell’eccellenza e dell’innovazione. La piattaforma Meetup, ad esempio, non è solo un’acquisizione, ma una promessa di crescita e di valorizzazione delle comunità che gravitano intorno agli interessi condivisi.

Inoltre, l’annuncio del Meetup Community Fund dimostra l’impegno di Bending Spoons nel riconoscere e supportare coloro che contribuiscono a rendere grande la comunità globale, investendo in iniziative che promuovono l’eccellenza e la crescita collettiva.

Con oltre 150 dipendenti provenienti da più di 15 paesi e una suite di prodotti che servono mezzo miliardo di persone in tutto il mondo, Bending Spoons rappresenta una realtà in continua espansione, guidata da una visione chiara e da valori condivisi che pongono l’innovazione e le persone al centro di ogni progetto.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × uno =