La prima città al mondo controllata dall’intelligenza artificiale

Sarà in Cina, nello specifico nella città di Chongqing, nella zona sud-occidentale del paese. Si tratterà in realtà di una città campus e sarà il frutto di un progetto denominato Cloud Valley, portato avanti dalla società tecnologica cinese Terminus e dallo studio di architettura danese BIG. Quest’ultimo è uno degli studi più all’avanguardia in materia di scenari urbani e che ha riscontrato così tanto successo da aprire una filiale a New York.

Lo scorso settembre la China Everbright Group, proprietaria della società Terminus, ha pubblicato i progetti che ritraggono la futuristica città completamente controllata dall’intelligenza artificiale. L’intera area interessata sarà tappezzata di sensori e dispositivi connessi al Wi-Fi che raccoglieranno dati di ogni genere, sia riguardanti lo stato dell’ambiente circostante come le condizioni metereologiche e il livello di inquinamento, sia riguardanti le abitudini delle persone che vi risiedono.

Questa smart city si estenderà su 4 milioni di metri quadrati in cui si vedranno tetti colmi di vegetazione, e dove le linee futuristiche degli edifici si combineranno in perfetta armonia con la natura. Il direttore dello studio BIG, Bjarke Ingels ha affermato che “Cloud Valley è stata pensata come una città in cui le persone, la tecnologia e la natura prospereranno insieme, con spazi concepiti per tutte le tipologie di vita: la vita umana, la vita vegetale, la vita animale, e persino la vita artificiale”.

In diverse aree del campus saranno realizzati dei cortili all’aria aperta che ospiteranno mostre ed eventi sportivi, dove in alcuni casi, ad intrattenere gli esseri umani saranno proprio i robot. Almeno questo è quello che si vede da uno dei video presentati nel progetto. 

Tutto, all’interno della città smart sarà automatico, seguirà gli ordini dell’AI e si baserà sulle abitudini dei residenti senza che questi muovano un dito. Ad esempio, tutti gli edifici avranno dei pannelli solari integrati e controllati appunto dal software di Terminal Group. In una mattina tipo, al sorgere del sole, le finestre si “apriranno” da sole, facendo filtrare progressivamente la luce del sole all’interno delle case. Dopodiché un maggiordomo virtuale di nome Titan selezionerà la colazione, sceglierà l’outfit in base alle condizioni climatiche e fornirà i piani della giornata.

“Dopo la colazione, potrai salire sul tuo veicolo intelligente e completamente automatizzato per attraversare la città mentre consulterai le ultime novità del mercato internazionale, le quali ti saranno suggerite sulla base di un algoritmo, ovviamente!”, spiega la società tecnologica. In pratica, più l’intelligenza artificiale raccoglierà e analizzerà i dati, più la città sarà costantemente aggiornata.

Dall’inizio dei lavori si calcola che ci vorranno circa tre anni per portare a termine il progetto.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − nove =