L’app dell’ONU che aiuta a contribuire alla lotta contro la crisi climatica

“A me interessa, ma non so cosa fare” non è più una scusa plausibile, a quanto pare, almeno per quanto riguarda la battaglia per contrastare i cambiamenti climatici. A partire dallo scorso settembre è infatti possibile scaricare un’app che ti guida nel compiere piccole azioni che hanno però un grande impatto sull’ambiente, rendendoti partecipe di quella lotta di cui tutti parlano ma per la quale pochi fanno davvero qualcosa.

La crisi climatica è un tema di attualità centrale ormai nelle politiche di ogni paese. Il problema è che spesso si pensa che solo le grandi istituzioni possano intervenire significativamente. Sebbene queste giochino un ruolo fondamentale, la verità è che ognuno di noi può contribuire nel suo piccolo. Molti però non sanno come fare. È con queste persone in mente che Alessandro Armillotta ha creato AWorld. “Si dice la questione ambientale non interessi: noi invece pensiamo che le persone desiderino fare qualcosa, ma non sappiano da dove cominciare”, ha affermato insieme al suo team.

AWorld è una piattaforma che istruisce sulla cultura della sostenibilità, attraverso un percorso a punti che premia i comportamenti positivi per l’ambiente. L’applicazione si presenta sotto forma di gioco interattivo, in cui l’utente deve affrontare delle sfide e seguire consigli per acquisire punti. Lo scopo del gioco è formare delle abitudini sane per se stessi e per il nostro pianeta.

Il co-fondatore Alessandro Armillotta ha infatti affermato che l’intenzione principale era quella di “mettere le persone in condizione di sapere perché un’azione è sostenibile e un’altra è dannosa, a partire dalle piccole cose di ogni giorno. Quanta differenza può fare, ad esempio, stare sotto la doccia cinque minuti piuttosto che un quarto d’ora”. L’app ha davvero tanto da insegnare, ad esempio, lo sapevate che acquistare abiti in cotone non è poi una scelta tanto green?

Il design dell’applicazione è davvero molto accattivante e mostra in tempo reale gli effetti delle nostre azioni. Come spiega Armillotta, “nella schermata home c’è sempre un pannello che indica l’impatto sull’ambiente delle tue azioni, in termini di acqua o elettricità risparmiate, così come di emissioni di CO2. Lo si prende come un gioco, ma intanto si cambia la realtà in meglio e si impara molto”.

Il progetto della startup italiana, fondata da Alessandro Armillotta, Marco Armellino e Alessandro Lancieri, è sembrato così vincente che ha da subito attirato l’attenzione dell’ONU. Quest’ultima l’ha infatti scelta come app per supportare la campagna Act Now, la campagna delle Nazioni Uniti per spronare l’azione individuale per la sostenibilità e il contrasto ai cambiamenti climatici. È stato proprio in occasione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che è stata lanciata lo scorso 23 settembre.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 16 =