I tablet di Panasonic che resistono a condizioni estreme

Il marchio giapponese di elettronica, Panasonic Corporation, ha realizzato una linea di prodotti “ultraresistenti” pensati per essere utilizzati in situazioni estremamente complesse e in cui un normale apparecchio elettronico non dovrebbe funzionare. A meno che non si voglia correre il rischio di distruggere il dispositivo o, peggio, di farsi male a causa ad esempio di una batteria esplosa per le eccessive temperature.

La gamma Toughbook include una serie di prodotti tecnologici “rugged” (letteralmente robusti o resistenti), della quale fanno parte palmari, tablet e notebook all’avanguardia, costruiti con materiali che li rendono adatti ad essere impiegati in settori come quello pubblico, dei trasporti, delle utility, della logistica e dell’edilizia. Tutte aree i cui ambienti mettono seriamente alla prova la robustezza dei dispositivi elettronici. Dai pompieri che lavorano a stretto contatto col fuoco ai medici e agli operai nei cantieri. Questa linea è pensata apposta per loro.

Tutti i prodotti rispettano le specifiche IP per la resistenza all’acqua e alla polvere e sono conformi allo standard MIL-STD-810G per le cadute. Sono rivestiti da un telaio in magnesio che protegge i componenti interni dagli urti e dalle cadute, mentre la copertura esterna è realizzata in elastomero, utile a proteggere il display e a contenere la forza d’urto. Sono poi dotati di schermi antiriflesso, per potere essere perfettamente visibili anche alla luce diretta del sole.

L’ultimo gioiellino della gamma è il Toughbook FZ A3. È un tablet fully rugged con un display da 10,1 pollici e una risoluzione di 1920×12000, con un look molto simile a quello dei suoi predecessori: grigio e nero con una cover protettiva integrata. È dotato di due fotocamere, una frontale da 5mp e una sul retro da 8 mp. Pesa 890 grammi e ha uno spessore di 16.8 millimetri. Ha un ingresso per il jack audio, uno per USB 2.0 e USB-C, uno spazio apposito per riporre la penna da utilizzare sullo schermo, due slot per nano SIM e diversi tasti, di cui alcuni customizzabili.

Ciò che lo rende speciale e diverso dai tablet precedenti della gamma, non è tanto il suo aspetto esteriore quanto il suo hardware. A differenza del Toughbook A2 che aveva una CPU Intel Atom con 4 GB di RAM, l’A3 gode di un processore Qualcomm SDM660 a 8 core con 4 GB di RAM e una memoria da 64 GB. Ha un’autonomia di 9 ore con le batterie standard e di 15,5 ore con le batterie a doppia capacità. Si può connettere tramite Wi-Fi, Bluetooth 5 e anche NFC.

Per quanto riguarda la sua super robustezza, il tablet è certificato dallo standard militare MIL-STD-810G, il che significa che può resistere a cadute fino a 1,5 metri di altezza. La certificazione IP65 garantisce invece la sua resistenza ai liquidi. Può essere tranquillamente utilizzato con temperature che vanno dai -20 ai 50 gradi e il display funziona persino sotto la pioggia. Infine, è aggiornato anche in materia di sicurezza dei dati, con un sistema di sicurezza di livello Enterprise.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciannove − quindici =