Adobe Photoshop e Premiere Elements sfruttano l’intelligenza artificiale

Adobe, il software statunitense specializzato in prodotti di video e grafica digitale, ha lanciato due nuovi programmi: Adobe Photoshop Elements 2021 e Premiere Elements 2021. Il primo è un software di fotoritocco, il secondo un programma per editare i video. Rappresentano entrambi le versioni lite della loro controparte professionale e sono pensati per gli appassionati del campo e per chi non ha la necessità o, semplicemente, l’intenzione di spendere una fortuna per i software professionali.

La grande novità consiste nell’inserimento al loro interno della tecnologia di Adobe Sensei. Quest’ultimo è uno strumento di intelligenza artificiale che si integra con Adobe Experience e che è stato ideato per migliorare e rendere più semplice e veloce il lavoro su Adobe. Ad esempio, è in grado di riconoscere i soggetti delle immagini nella libreria, suggerendo poi dei tag e semplificando le fasi di classificazione e di ricerca. Oppure può rilevare il testo da una fotografia e convertirlo in un file modificabile.

Per quanto riguarda i nuovi programmi, Adobe Sensei si presenta sotto forma di assistente creativo digitale che aiuta l’utente a creare, modificare, organizzare e condividere le sue foto e i suoi video. In Adobe Photoshop, l’assistente viene incontro anche a chi è alla prime armi, guidandolo passo passo nella realizzazione di nuove creazioni, grazie a 58 modifiche guidate che permettono all’utente di imparare facendo. Inoltre, ci sono una serie di effetti, presentazioni e collage, che vengono proposti e che possono essere applicati automaticamente alle foto.

Una nuovissima funzione di Adobe Photoshop Elements 2021 riguarda la possibilità di realizzare in pochi secondi una GIF. Con degli effetti di movimento di fotocamera in 2D e 3D, gli scatti possono infatti essere trasformati in foto in movimento. Con Adobe Sensei non ci saranno più occhi chiusi e facce imbronciate e guarderanno tutti nella giusta direzione. Un’altra funzione del software è infatti quella di ottimizzare l’inclinazione dei volti per far sì che tutte le persone della foto guardino dove dovrebbero. Lo stesso vale per i lineamenti del volto. È possibile aprire gli occhi di chi li aveva chiusi e far sorridere chi sembrava corrucciato. 

Per quanto concerne invece Premiere Elements, i video granulosi e la presenza di foschia non saranno più un problema. Basterà utilizzare gli effetti appositi per ridurre il disturbo. Le musiche che scegliamo per fare da sottofondo ai nostri video si adatteranno invece automaticamente alla lunghezza del filmato. Anche qui i principianti avranno la possibilità di imparare, iniziando dalle 25 modifiche guidate a disposizione. Ci sono poi un’infinità di effetti, titoli animati, stili cinematografici e altre animazioni tra cui scegliere. E se invece il tuo video è lunghissimo e già sai che dovrai passare ore a ritagliare i momenti da inserire nel video finale? Anche in questo caso ci pensa Adobe Sensei, che grazie allo strumento SmartTrim riesce a trovare e mettere insieme le scene migliori basandosi sullo stile del tuo video. 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 15 =