Motorola: le caratteristiche del nuovo Edge 30 Pro

È l’ultimo arrivato nella famiglia edge di Motorola, disponibile nelle versioni cromatiche Cosmos Blue e Stardust White. Sono tante le caratteristiche che lo rendono un prodotto premium: dal comparto fotografico al display Oled da 6,7 pollici, passando per il system on chip Snapdragon 8 Gen 1, che effettivamente permette di classificarlo come apparecchio mobile all’avanguardia.

Il chip di Qualcomm gli garantisce capacità di gaming davvero elevate, in termini di immagini in formato Hdr e grafica ultra-realistica. L’Edge 30 Pro ha inoltre il 30% in più di potenza e il 25% in più di efficienza rispetto alla generazione precedente. Questo grazie alla Gpu Adreno di Qualcomm. L’intelligenza artificiale di cui è dotato lo smartphone permette poi di quadruplicare le prestazioni in app degli utenti, con aumento sia dell’efficienza che della durata della batteria. Con quest’ultimo modello Motorola promette agli utenti di avere una vera a propria esperienza cinematografica, consentita dal display extralarge a risoluzione Full HD+ con refresh rate da 144 Hz, dal sistema audio con Dolby Atmos e dal doppio altoparlante stereo integrato nel body dell’apparecchio che rende la riproduzione del suono ancora più ricca e realistica, sia se ascoltato in cuffia che attraverso lo speaker.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, il Motorola Edge 30 Pro presenta tutta una serie di qualità che non hanno niente da invidiare a quelle di smartphone con doti di imaging più spiccate. Tra queste: una migliore messa a fuoco con stabilizzazione della camera principale, che svolge un ruolo significativo nella riduzione del rumore, e il potenziamento della visione notturna per l’unità frontale. Con la fotocamera principale da 50 megapixel si possono scattare foto con una risoluzione massima di 8165 x 6124 pixel e registrare video in 8K con lo standard Hdr10+, arrivando ad una qualità dell’immagine di 26 milioni di pixel. Stando a quanto dichiarato dal produttore, una marcia in più è da ritrovare nei dettagli in quanto a nitidezza delle foto ultra-wide in condizioni di scarsa luminosità, regolata dal sensore che la aumenta nelle situazioni in cui la luminosità non è delle migliori. In ultimo, la camera selfie da 60 megapixel ad altissima risoluzione, dotata di tecnologia Quad-Pixel.

Una delle caratteristiche più interessanti dell’ultimo arrivato in casa Motorola ha a che vedere con l’esperienza d’uso con altri device. La funzione “ready for” gli consente infatti di collegarsi, sia via cavo che in modalità wireless, con lo schermo della TV e con computer Windows 10 e Windows 11 per le sessioni di gaming, le videochiamate, la condivisione di file o immagini. E non è finita qui. Per migliorare ulteriormente l’esperienza, la Snapdragon Spaces XR Developer Platform permette al telefono anche di collegarsi agli occhiali intelligenti Lenovo A3 ThinkReality, con i quali l’utente potrà immergersi nella realtà aumentata.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

16 + quattro =