Mammiferi robot in grado di sostituire i delfini reali e salvarli da una vita “in gabbia”

La tecnologia e l’innovazione digitale arrivano in supporto anche del mondo animale. Grazie all’iniziativa e all’impegno della società statunitense Edge Innovations specializzata in animatronica e supportata da alcuni ricercatori, nei prossimi anni potremo assistere ad un notevole cambiamento negli acquari e nei parchi tematici. 

Il progetto prevede la realizzazione di delfini robot, controllati da remoto, in grado di sostituire gli esemplari veri tuttora costretti a vivere in cattività. Walt Conti, CEO di Edge Innovations, ha sottolineato che: “attualmente ci sono 3 mila delfini in cattività usati per generare profitti dal valore di miliardi di dollari” e ha poi aggiunto: “vogliamo offrire approcci diversi per innamorarsi dei delfini”. L’ex direttore creativo della Walt Disney e l’attuale designer dei delfini robot, Roger Holzberg, ha dichiarato che: “questo delfino pesa come un vero delfino, si muove e comporta come un vero delfino ed è stato progettato per simulare davvero ogni aspetto di un vero delfino adolescente”. L’animale robotizzato ha infatti la stessa fisionomia di quello reale, ha una lunghezza di due metri e mezzo e un peso di circa 250 chilogrammi, inoltre grazie al rivestimento con silicone per uso medico la “pelle” del robot è al tatto molto simile a quella di un vero delfino. Il materiale utilizzato per la costruzione è resistente anche all’acqua salata persino dopo 10 anni di utilizzo. Il valore del mammifero robotizzato è di diversi milioni di dollari, quindi il prezzo elevato d’acquisto potrebbe essere uno dei principali motivi ad ostacolare la loro diffusione, ma c’è da dire che il costo del loro mantenimento non sarebbe così elevato come il costo per la cura dei veri esemplari.  

La Red Star Macalline Group è stata la prima società cinese ad interessarsi alla sostituzione dei veri delfini con i fratelli robot e il vicepresidente Mike Wang ha dichiarato che adotterebbero “delfini robot e altri animali per i progetti dei nuovi acquari”. Purtroppo, a causa della pandemia globale, per il momento l’accordo è stato messo in pausa. 

Il successo di questo ambizioso progetto permetterebbe a tutti, grandi e piccini, di nuotare a stretto contatto con i delfini robot firmati Edge Innovations che in passato si è occupata della realizzazione di altre creature acquatiche per alcuni film di Hollywood come Anaconda, Deep Blue Sea e Free Willy.   

Roger Holzberg, ha affermato che “l’obiettivo di questa iniziativa è quello di re-immaginare l’intrattenimento e il potenziale educativo ed economico dell’industria degli animali marini”, ha poi aggiunto: “un sicuro e ravvicinato coinvolgimento personale con le creature dei nostri oceani è finalmente possibile”.  

Sarà questa tecnologia in grado di porre fine alla cattività e allo sfruttamento di molti animali marini che potranno così continuare a vivere nei loro habitat naturali? 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + tre =