Looking Glass Factory lancia il primo display olografico personale

Un tempo, le foto analogiche erano i ricordi più belli e significativi che venivano custoditi con cura negli album fotografici. Non sono trascorsi così tanti anni da quando si scattavano le fotografie con la macchina usa e getta e si portava poi il rullino a far sviluppare o da quando si aspettava qualche minuto per vedere il risultato delle foto istantanee. Con il passare del tempo, nonostante oggi le istantanee siano tornate di moda, anche il mondo della fotografia si è evoluto e innovato. Attualmente tutti possono scattare foto e girare video con uno semplice smartphone, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. 

E se fosse possibile avere foto e video tridimensionali in modo semplice? La risposta è Looking Glass Portrait. La società Looking Glass Factory è nata nel 2014 e attualmente ha due sedi, una a Brooklyn e l’altra a Hong Kong e come afferma il CEO Shawn Frayne, “un piccolo gruppo di disadattati e io abbiamo fondato una società chiamata Looking Glass Factory per dimostrare che era possibile creare un vero display olografico. Volevamo creare un dispositivo che potesse generare ologrammi viventi, dinamici e controllati dal computer”. 

Looking Glass Portrait è un innovativo display che crea e mostra fotografie olografiche, modelli tridimensionali e video in un cono di visione a 58 gradi, in questo modo più utenti contemporaneamente possono guardare il risultato da diverse angolazioni e senza la necessità di possedere occhiali speciali. Nel 2018 l’azienda aveva già realizzato una prima versione, ma l’ultimo modello ha dimensioni più ridotte e risulta essere anche più economico. 

Il team ha utilizzato la piattaforma Kickstarter, creata per supportare i progetti più creativi, per lanciare la propria campagna e trovare i finanziamenti per il nuovo Looking Glass Portrait. Il dispositivo ha un display di 7.9 pollici con una risoluzione di 2.048 x 1.536 pixel. Inoltre è provvisto sia di una porta HDMI sia di una USB-C e di un jack audio stereo. Ma come funziona? Il display combina le tecnologie di visualizzazione volumetrica con il campo luminoso, in altre parole, avviene una rifrazione della luce attraverso il vetro, dopodiché la luce viene proiettata simultaneamente su più parti dello schermo e questo stimola la mente a vedere le immagini in 3D. Gli utenti hanno anche la possibilità di caricare i propri video, immagini e modelli 3D attraverso il software Holographic Studio. Looking Glass Portrait, Looking Glass 15.6 e Looking Glass 8K sono i tre modelli attualmente disponibili. 

“Non è necessario essere esperti di programmazione per usarlo. Questo è un dispositivo progettato per milioni di persone che lavorano o giocano con il 3D in qualsiasi modo: artisti, designer, sviluppatori, registi, fotografi o quelli che hanno appena iniziato ad esplorare lo scatto e la creazione tridimensionale. Anche i telefoni ora possono catturare gli ologrammi”, ha affermato Shawn Frayne. 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 + diciassette =