Huawei apre un’area di ricerca per i wearable

L’azienda cinese, leader mondiale nella produzione e commercializzazione di prodotti tecnologici, ha annunciato l’apertura di un centro di ricerca a Xi’an, in Cina. Il centro si chiama Huawei Health Lab ed è stato pensato per testare diverse soluzioni tecnologiche destinate a migliorare l’esperienza dei wearable.

Nello specifico, le soluzioni si riferiscono alla tecnologia legata all’ambito dello sport e del benessere. All’interno del Huawei Health Lab ci saranno ricercatori, ingegneri e sviluppatori che simuleranno diversi scenari di allenamento, raccogliendo dati su fitness e benessere per poter infine ottimizzare i software dei wearable. Questo permetterà di fornire dati ancora più accurati che tengano conto delle diverse condizioni fisiche dei consumatori.

Per effettuare i test sui dispositivi, gli ingegneri hanno ideato più di dieci test di affidabilità differenti, che seguono degli standard molto rigorosi, come tra l’altro è già solito fare Huawei. In genere, infatti, sono tanti i dispositivi testati, ma solo quelli che superano a pieni voti tutti gli esami e i test a cui sono sottoposti, vengono messi sul mercato.

La grande attenzione all’accuratezza dei dati forniti dai suoi prodotti e gli investimenti nella ricerca e nell’innovazione hanno dato i loro frutti. I wearable Huawei sono infatti tra i dispositivi indossabili più richiesti. Una ricerca di mercato condotta nel 2020 da IDC l’ha anche confermato, sostenendo che i dispositivi Huawei si sono classificati al primo posto tra quelli più venduti nel terzo trimestre.

Già nel 2020 i ricercatori hanno registrato 10.900 ore di dati sulla corsa, che vengono poi verificati e ottimizzati affinché i dispositivi adattino con accuratezza le impostazioni sulle condizioni fisiche quando le persone si allenano. Del team di esperti fanno parte più di 40 ricercatori e sviluppatori specializzati in diverse aree dell’ambito sportivo e delle scienze umane. Ci sono professionisti dello sport, della medicina, della riabilitazione sportiva, dell’ingegneria delle bioscienze e tanti altri. 

“Nel HUAWEI Health Lab, le apparecchiature di ricerca non sono l’unico elemento importante: i ricercatori e le loro soluzioni di ricerca innovative sono fondamentali. […] Questo gruppo multidisciplinare di ricercatori e sviluppatori ha unito e scambiato le proprie competenze per creare una nuova metodologia di ricerca innovativa, trasformando questo laboratorio in un fiore all’occhiello di innovazione e ricerca, creando così uno smartwatch in grado di agire come un vero personal trainer da polso e supportare i consumatori nel fare esercizio e condurre una vita più sana” ha spiegato Rico Zhang, President of Smart Wearable and Health Product Line Huawei Consumer Business Group.

Un esempio del lavoro dei ricercatori all’interno del Huawei Health Lab? Per raccogliere dati riguardanti lo stato fisico della persona durante l’allenamento da corsa, come il consumo di ossigeno, la frequenza cardiaca, la postura e le calorie bruciate, i ricercatori hanno realizzato un sistema di raccolta dati che sfrutta un tapis roulant dotato di tecnologia di rilevazione della pressione del piede, fascia cardio, maschera cardio-metabolica, sistema di cattura ottica delle gesture.

Rico Zhang ha concluso dicendo: “In futuro, Huawei continuerà ad aumentare gli investimenti nel campo dello sport e del benessere”. Lo scopo è quello di “fornire ai consumatori prodotti per il benessere e il fitness facili da usare, professionali e precisi”.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × due =